A … PER LA SCUOLA PUBBLICA

Idea Giovani 3 May 2013

...Qual è il cuore della questione in due parole. In sostanza, il Comune di Bologna dalla metà degli anni Novanta finanzia, in maniera crescente nel tempo e a prescindere dal colore politico delle sue amministrazioni, le scuole private paritarie dell'infanzia. Si comincia con la giunta Vitali (centrosinistra), all'epoca la legge di parità 62/2000 non esisteva neppure. Si continua con Guazzaloca (centrodestra) e poi ancora con Cofferati e Merola. I finanziamenti alle private paritarie dalla metà dei Novanta ad oggi crescono, mentre la scuola pubblica si trova sempre più in difficoltà. Un andamento, questo, che si riscontra anche a livello nazionale. A Bologna si tocca il fondo nell'anno appena trascorso, quando a fronte di finanziamenti pressoché inalterati del Comune alle scuole private paritarie dell'infanzia (già finanziate anche da Regione e Stato), più di 400 bimbi rimangono esclusi dalla scuola pubblica. I posti nelle private paritarie invece ci sono, ma sono scuole nella quasi totalità dei casi dei casi confessionali cattoliche, e in cui, a prescindere dai lauti finanziamenti pubblici, si paga una retta. Noi vogliamo invertire la rotta: di fronte alle centinaia di bimbi esclusi dalla scuola pubblica dell'infanzia quest'anno, chiediamo con forza che i soldi di tutti vadano alla scuola di tutti. Altrimenti e nel frattempo, si realizza il paradigma costituzionale alla rovescia: scuole private che diventano onere per lo Stato, e diritto alla pubblica istruzione la cui esigibilità diventa incerta. Insomma ci stanno a cuore la scuola pubblica, i diritti, la democrazia, quell'"ABC dei perché" che trovi a questo link http://referendum.articolo33.org/info/ Sempre a quel link si trova anche il quesito e qualche altra informazione sul referendum. Qui trovi invece materiale di approfondimento http://referendum.articolo33.org/approfondimenti/ Nella sezione materiali, oltre a svariata documentazione, trovi il powerpoint http://referendum.articolo33.org/materiali/  Qui alcune frasi chiave http://referendum.articolo33.org/io-partecipo/ Qui le controargomentazioni a ciò che dicono gli avversari (i pro soldi pubblici alle private, ovvero i pro B) http://referendum.articolo33.org/b-come-bugie/ Se non sei di Bologna, ma sai che la difesa della scuola pubblica riguarda l'Italia, firma l'appello nazionale (link all'appello). Nuovo Comitato art. 33